Luoghi Comuni – Insieme contro le discriminazioni e per la promozione del diritto all’educazione

Progetto realizzato con il contributo dell'Unione Europea, Programma Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza.

Cortometraggio / Documentario / Laboratorio di cinema / 2016/2017

Promotore
BIR-Associazione Bambini in Romania

Partenariato
BIR-Associazione Bambini in Romania, Spirit Romanesc Onlus, Upre Roma, Il Nuovo Fantarca

Luoghi Comuni – Insieme contro le discriminazioni e per la promozione del diritto all’educazione
Il progetto promuove l’integrazione dei rom, attraverso una campagna di sensibilizzazione partecipativa, a sostegno dell’attuazione della Strategia Nazionale per l’inclusione dei Rom, Sinti e Camminanti. Con particolare riferimento all’Asse strategico 1 per l’istruzione e per le misure di intervento orizzontale (mainstreaming di genere, approccio basato sui diritti umani, strategia integrata per l’informazione e la comunicazione per la rimozione di pregiudizi e stereotipi), il progetto ha previsto la realizzazione di un percorso co-progettato e co-prodotto da bambine/i e ragazze/i rom e non rom.

Intende inoltre valorizzare le reti locali e diffondere le buone pratiche a livello locale, nazionale ed europeo attraverso una ricerca partecipata in Italia e in Europa e la conseguente pubblicazione delle linee guida metodologiche, sensibili al genere per le azioni a sostegno della scolarizzazione e dell’empowerment degli studenti rom, disseminando buone prassi precedentemente collaudate

Le attività sono state realizzate da equipe locali (coordinatore, mediatore/i culturale e educatore/i) nelle città o province di Milano, Roma e Bari in cui sono stati coinvolti attivamente 14 ragazze/i e 16 bambine/i rom e non rom, supportati da professionisti media educator e registi teatrali per la realizzazione di 3 video e 3 pièce teatrali.

I video realizzati

Laboratorio video e cortometraggio a cura di Make Noise

Video realizzato presso l’Istituto Istruzione Superiore “C. e N. Rosselli” di Aprilia

Un ponte per l'integrazione